FOCUS IN - Chi siamo
RICERCA
Une N° 23 Un N° 22 Une N° 21 Une N°20 Une N° 19 Une N° 18 Une N° 17 Une N° 16 Une N° 15 Une 14 Une N° 13 Une N° 12

Accueil > Actualités > ASPIRE : Gli interessi degli italiani all’estero

ASPIRE : Gli interessi degli italiani all’estero

Suona come “aspirazione”, “aspirare” (a un futuro migliore ?), ma sta per “Associazione per la Salvaguardia e la Promozione degli Interessi dei Residenti all’Estero”. Gli interessi non sono, come si potrebbe pensare, i conti in banca e le barche off-shore, né si parla di “difesa” di questi interessi, bensì di “salvaguardia” e “promozione”.
Si tratta infatti di interessi come l’IMU, la tassa sulla casa posseduta in Italia che è tornata ad essere considerata come casa secondaria, alla stessa stregua della villa a Montecarlo di politici e industriali e che sta costringendo molti italiani all’estero di tagliare i ponti con le radici familiari. Si tratta di tutela dell’ambiente e di sostenibilità. Si tratta di promuovere la cultura e le tradizioni del Belpaese.
L’associazione è nata dalla volontà di un folto gruppo di molisani, tutti originari di Filignano, cittadina in provincia di Isernia, che conta 750 abitanti in Molise e 1500 nel mondo (in Francia, Gran Bretagna, Belgio, Argentina…). Dalla sua creazione, solo un paio di mesi fa, sono già 250 gli iscritti, “ancora pochi” secondo il presidente Valerio Sisto, che molti si ricorderanno come dirigente di Wasteels. In programmazione : incontri su fiscalità, tutela dell’ambiente e turismo responsabile, cercando di dare un’informazione capillare a tutti gli italiani della regione parigina e non. Sicuramente stretti saranno i rapporti con il nuovo Comites, soprattutto su una delle battaglie che contano portare avanti, quella dell’iscrizione all’AIRE dei giovani in mobilità, in quanto “la forza del voto è importante : solo così si può cambiare”, dichiara Sisto convinto.

Per saperne di più : http://italspire.fr

mardi 4 août 2015