FOCUS IN - Chi siamo
RICERCA
Une N° 23 Un N° 22 Une N° 21 Une N°20 Une N° 19 Une N° 18 Une N° 17 Une N° 16 Une N° 15 Une 14 Une N° 13 Une N° 12

Home > Cultura > Musica e danza > Alla riconquista della Bellevilloise!

26/06/2014

Alla riconquista della Bellevilloise!

Les Pouilles jouent, l’Italie danse

LocalmentEvents, So Prod, in collaborazione con La Bellevilloise, Puglia Sound e Puglia Promozione riportano alla ribalta il “tacco d’Italia”. Terza edizione del festival che esplora la varietà culturale e musicale pugliese, esportando i talenti di questa regione senza cantonarsi soltanto all’universo della pizzica, benché forma emblematica e fantastica del patrimonio folk locale.

Un programma caratterizzato dalla presenza di artiste “fimmene”, tra le più sorprendenti e originali della nuova scena musicale pugliese.
Per la prima volta a Parigi, Faraualla (world music), gruppo polifonico formato da 4 talentose cantanti, presenta in anteprima il nuovo album “Ogni male fore”.
“La voce e le percussioni sono fossili viventi, sono corpo e suono allo stato primordiale eppure continuamente rinnovati. Sono di certo il primo strumento utilizzato dall’Umanità” (www.faraualla.com). Esperte di ben 6 dischi, le loro voci evocano una natura originaria che va altre le radici mediterranee. È così che nel 2002 la casa discografica Naive ripubblica in Francia il primo lavoro del gruppo al quale viene subito assegnato il premio “Choc de la Musique”.
Mama Marjas (reggae-soul-RnB), questa giovanissima “bad girl” cresciuta tra Santeramo e Taranto, ha la musica nel sangue, da quella popolare fino ai ritmi africani più “black”. Voce vibrante dal timbro forte, caldo e grave ha iniziato con la musica a sei anni, andando in giro con l’orchestra spettacolo della sua famiglia (International Band). Un vasto bagaglio musicale, una molteplice quantità di stili e una padronanza del palco assoluta trasformano i suoi show in un travolgente viaggio ritmico ispirato a madre Africa: dal reggae roots e dancehall alla soca, al kuduru, all’hip hop e soprattutto alla soul music o l’RnB.
Ma che i “pizzicati” dalla taranta si rassicurino, il festival riserva uno spazio speciale anche alla tradizione, perpetuata e reinterpretata dalla Compagnia di Nuova Danza Popolare Tarantarte – eccezionalmente al completo – diretta da Maristella Martella (danzatrice e coreografa) e, per l’occasione, accompagnata dal duo Rachele Andrioli e Rocco Nigro (musica tradizionale del Sud Italia) nello spettacolo-performance di musiche e danze “à travers le Sud”, a chiusura della serie di atelier di danza (i rendez-vous tarantelle) tenuti dalla compagnia al Centre Musical Fleury Goutte d’Or – Barbara.
Insomma un’edizione tra folclore e novità, prettamente al femminile. Tutta da scoprire e assaporare anche, grazie ai prodotti tipici enogastronomici di LocalmentEvents e al tradizionale aperitivo italiano di benvenuto. Un consiglio: “camenati cu ballati”!
Nell’ambito della rassegna, vari atelier di danza, canto e cucina saranno aperti al pubblico già nei giorni precedenti l’evento (il 23, 24 e 25 giugno) presso il centro Les Amandiers del 20°: posti limitati - necessaria la prenotazione.
Il Festival rientra tra le attività del Road Show #Weareinpuglia realizzato dalla Regione Puglia – Assessorato al Mediterraneo, Cultura e Turismo e da Puglia Promozione – Agenzia regionale del Turismo. Dal 21 al 30 giugno, infatti, la Puglia sarà presente a Parigi sia alla Gare Montparnasse con il Puglia Village, sia in altre location della città con un programma di eventi e attività per vivere e assaporare immagini, suoni, sapori, musica e tradizioni di una delle destinazioni turistiche più autentiche e straordinarie del Sud Italia e del Mediterraneo.

martedì 29 aprile 2014, di Gianni Cudazzo