FOCUS IN - Chi siamo
RICERCA
Une N° 23 Un N° 22 Une N° 21 Une N°20 Une N° 19 Une N° 18 Une N° 17 Une N° 16 Une N° 15 Une 14 Une N° 13 Une N° 12

Accueil > Scienza > Archimede e il Polo Nord

Archimede e il Polo Nord

I ghiacci del polo nord nel 1979 e nel 2003

Per anni ho seguito con interesse la diatriba fra chi sosteneva che il cambiameno climatico c’era e chi sosteneva che le prove non erano sufficienti. Poi mi sono capitate in mano le foto della calotta artica che vedete, ripresa da satellite nel 1979 e nel 2003. E tutti i miei dubbi sono evaporati, si può veramente dire come neve al sole.
Se poi il tutto sia dovuto all’anidride carbonica che produciamo come sottoprodotto dell’energia, è molto probabile, anche se non sicuro. E’ assodato che il livello di anidride carbonica attuale è molto maggiore di tutti i valori degli ultimi 400.000 anni, e in rapida crescita, ma il mondo del clima è così complesso che dire di essere sicuri è sempre azzardato. Dopo tutto sul clima non si possono compiere esperimenti, e quindi questa scienza è per definizione privata dello strumento più potente delle scienze moderne.
Ma se il polo si sta sciogliendo, perché il livello del mare non si alza ? Dipende dal buon vecchio principio di Archimede, che ci insegnavano alle scuole elementari e medie. E’ lo stesso principio del cubetto di ghiaccio nel bicchiere d’acqua (o altro). Il cubetto galleggia, e una parte, circa un decimo, sporge fuori dalla superficie. La foto mostra questo effetto un po’ più in grande.
La domanda è : quando si scioglie, il livello dell’acqua si alza o no ? La risposta è no, perché la densità del ghiaccio è minore di quella dell’acqua. In parole povere, un centimetro cubo di ghiaccio pesa meno di un centimetro cubo d’acqua.
Al polo nord non c’è un continente, è soltanto mare con tanto ghiaccio che galleggia. E quindi, anche se si scioglie tutto, il livello del mare resta lo stesso.
Al contrario, al polo sud c’é un grosso continente, l’Antartide. E il ghiaccio sta sopra la terra.
_ iceberg Per questo il ghiaccio del polo sud non si scioglie quanto quello del polo nord, perché la terra conduce meno calore del mare. Ma quando si scioglie è acqua in più che cade nel mare, e in questo caso il livello si alza.
Ci sono evidenze sperimentali che i ghiacciai del polo sud si stanno sciogliendo, anche se più lentamente del polo nord. Quanto tempo ci vorrà perché anche queste montagne di ghiaccio ritornino nel mare ? Non lo sa nessuno, ci sono troppe incognite in gioco. Però il processo è già cominciato. Chi vivrà vedrà, e verificherà anche se saremo veramente capaci di ridurre la produzione di anidride carbonica nel nostro mondo affamato di energia.

samedi 3 avril 2010, par Luciano Trasatti