FOCUS IN - Chi siamo
RICERCA
Une N° 23 Un N° 22 Une N° 21 Une N°20 Une N° 19 Une N° 18 Une N° 17 Une N° 16 Une N° 15 Une 14 Une N° 13 Une N° 12

Home > Opinions > Editoriali > Buon anno 2014!

Buon anno 2014!

La redazione si scusa del ritardo dovuto a cause indipendenti dalla nostra volontà… No, non c’è un refuso nel titolo, solo l’ennesima ammissione del nostro ritardo cronico. Non perché non lavoriamo, anzi, ma perché tipografo e posta (giustamente previdenti) ci chiedono di pagare il numero precedente prima di mandare in stampa quello nuovo.
La Presidenza del Consiglio dei Ministri che attribuisce la sovvenzione alla stampa estera ha riformato e ristrutturato le sovvenzioni. La cosa in sé è giustissima per ovviare agli abusi di alcuni, ma per riprogrammare la macchina del Ministero ci sono voluti mesi. Risultato: la sovvenzione (per l’annata 2013, viaggiamo infatti con 2 anni di ritardo) l’ha portata direttamente Babbo Natale sotto l’albero. Di solito si riceve in luglio-agosto e in effetti se riusciamo a pubblicare i primi tre numeri con le nostre forze (e praticamente privi di pubblicità), l’aiuto della Presidenza del Consiglio ci permette di pubblicare i due numeri di fine anno. In compenso, grazie alle battaglie della FUSIE (Federazione Unitaria della Stampa Estera) di cui ci pregiamo di essere membri, è un po’ aumentata. Non tutti i ritardi vengono per nuocere.
Tra i buoni propositi dell’anno però c’è l’impegno ad uscire più regolarmente possibile (almeno il "bimestrale con un po’ di ritardo" cui i nostri lettori sono abituati), una nuova formula per il prossimo numero e la partecipazione attivissima a iniziative e cause che ci stanno a cuore. Altra decisione "epocale": l’aumento dell’abbonamento (invariato da anni), a 30€ per 5 numeri. Rimaniamo la rivista franco-italiana meno cara e comunque la maggior parte dei nostri lettori fa già l’abbonamento "sostenitore" a 30€, abbiamo quindi solo ufficializzato una pratica diffusa. Questo quello che possiamo fare noi. Ai nostri fedelissimi lettori chiediamo di far abbonare amici, parenti, conoscenti, colleghi, ai nostri infedelissimi inserzionisti lanciamo un appello per sostenere il giornale: la pubblicità su Focus in ha prezzi quasi da discount e come associazione i doni sono scaricabili dalle tasse, meglio di così! Buon anno (2016 stavolta)!

lunedì 18 gennaio 2016, di Patrizia Molteni