FOCUS IN - Chi siamo
RICERCA
Une N° 23 Un N° 22 Une N° 21 Une N°20 Une N° 19 Une N° 18 Une N° 17 Une N° 16 Une N° 15 Une 14 Une N° 13 Une N° 12

Accueil > Actualités > Camorra. Le voci dentro

Settimana italiana del XIII arr di Parigi

Camorra. Le voci dentro

Mostra fotografica e “live act” di Stefano Renna

Stefano Renna, Le voci dentroLa settimana italiana ospita la mostra “Camorra. Le voci dentro” del fotografo napoletano Stefano Renna. Questo reporter, titolare dell’agenzia AGN Foto ha lavorato a lungo negli ambienti della camorra catturando momenti significativi della lotta a questo male che attanaglia il nostro paese e dilaga anche all’estero.
Ne è scaturita una mostra multimediale composta da poesie, immagini, un video e un libro. Tutto questo dovrebbe e vorrebbe servire per far conoscere le persone più che i fatti perché “i fatti sono conseguenza di un modo di pensare e di essere ancora lontano dalla realtà condivisa. - spiega l’autore - Se non conosceremo meglio queste persone, la loro realtà e il loro modo di pensare, non potremo mai venire a capo di questi problemi”.
E se spesso ormai la televisione ci abitua al sangue e alle stragi in Italia ed all’estero, se siamo ormai assuefatti a cenare guardando lo scorrere assurdo dell’elenco dei morti della giornata, fidanzati che ammazzano studentesse promettenti, genitori che uccidono figli, bombe o attentati che spezzano decine di vite, mentre la nostra forchetta continua a tornare alla bocca, forse dobbiamo fermarci a pensare e dire basta.
Stefano Renna, Le voci dentroPerché se la violenza diventasse normale, allora il mondo della civiltà, delle leggi, delle comunità pacifiche avrebbe fallito e si tornerebbe al medioevo.
“Le voci dentro”, il “live act” di Marco Salvia e Stefano Renna, sarà presentato con uno spettacolo che include la proiezione di un video con oltre 150 foto, la lettura di testi e poesie in dialetto napoletano (e traduzione) e musiche di Fabrizio Alessandrini. Seguirà una tavola rotonda supportata dall’associazione Libera, con finale a “tarallucci e vino” offerto da Ethicando.
Come spiega l’autore “In questo lavoro troveremo quindi non solo le immagini, ma l’animo e il significato del dolore estremo causato dalla morte violenta e insensata, spettro che accompagna la nostra vita da troppo tempo. Questa realtà è intorno a noi e non in luoghi e scenari di guerra lontani. Questo sforzo artistico e produttivo si propone come obiettivo di contribuire a mettere fine all’illusione collettiva che tutto questo non ci riguardi”.

La mostra e lo spettacolo, sono organizzati dalla Mairie del XIII arrondissement in collaborazione con Focus In & Ethicando.

Si ringrazia Trawelfly, che ha permesso di far venire gli autori a Parigi

vendredi 3 juin 2011, par Matteo Pellegrinuzzi