FOCUS IN - Chi siamo
RICERCA
Une N° 23 Un N° 22 Une N° 21 Une N°20 Une N° 19 Une N° 18 Une N° 17 Une N° 16 Une N° 15 Une 14 Une N° 13 Une N° 12

Accueil > Opinions > Editoriali > Elogio del forse

Elogio del forse

Peut-être, maybe in inglese, può essere, ma può anche non essere, quel "potere" che in italiano è affidato al "caso" (da latino fors, caso, appunto).
Nel numero scorso avevamo aggiunto un forse al quesito del Referendum che ovviamente si riduce a un Sì o No. Lungi da me voler dare indicazioni di voto o di astensione, ma a vedersi davanti agli occhi questo Sì/No costituzionale pare che tutto si muova inesorabilmente lungo una via binaria : bianco nero ? Clinton o Trump ? Fuori o dentro l’Europa ? Accogliere i rifugiati o ciascuno a casa loro ? Oltre alle mezze stagioni non esistono neanche più le mezze misure ? Eppure ci sono tantissime sfumature di grigio, tra queste ci sarà una terza via percorribile, che si può imboccare non "forse", a caso, ma perché abbiamo la capacità intellettuale e etica di poterla scegliere.
Io sarei per lasciare la scelta binaria Sì/No in un unico importantissimo caso : l’abbonamento a Focus In per il quale non c’è una terza via : è Sì.
D’altra parte avrete tutti sicuramente notato che da qualche numero non smette di rinnovarsi nei contenuti, nelle firme, nella grafica, segno questo di una ricerca costante di terze, quarte, quinte, ennesime vie. Rinnovate anche voi.

lundi 21 novembre 2016, par Patrizia Molteni