FOCUS IN - Chi siamo
RICERCA
Une N° 23 Un N° 22 Une N° 21 Une N°20 Une N° 19 Une N° 18 Une N° 17 Une N° 16 Une N° 15 Une 14 Une N° 13 Une N° 12

Home > Cultura > Teatro > Envie d’Italie

Envie d’Italie

Incontri, letture e spettacoli intorno a due figure chiave del teatro di narrazione, Marco Baliani e Laura Curino. Dal 17 al 23 novembre a Grenoble e in parte dell’Isère.

« Il teatro di narazione è una forma di di guerriglia reale, civile e politica, contro il rumore ambiente. Nel teatro di narrazione, un attore è sul palco, da solo, rinuncia alla scenografia, ai costumi, decide di raccontare una storia al pubblico. Spesso una storia difficile, o perché dice delle cose che di solito non si vogliono sentire, chiuse come sono nella prigione del silenzio, o perché dice delle cose che non sentiamo più perché in un passato non tanto lontano le cose avevano un’anima, mentre oggi gli uomini hanno venduto la loro », così scriveva Olivier Favier, traduttore, in occasione della messa in scena, in Francia di «Radio Clandestina» di Ascanio Celestini. E’ ancora lui, Olivier Favier, insieme alla collega Juliette Gheerbrand che animerà gli incontri intorno a Marco Baliani e Laura Curino, il cui teatro si può appunto definire in questo modo. Due le «narrazioni» in scena nell’Isère. La prima, «Corpo di Stato» in cui l’autore, fondatore del teatro di narrazione, racconta il rapimento di Aldo Moro e la sua esecuzione da parte delle Brigate Rosse, basandosi sui suoi ricordi. Attraverso questa ricostruzione soggettiva, ci fornisce un affresco vivo dell’Italia della fine degli anni ’70, le sue speranze e le sue illusioni perdute. Nel secondo, « Camillo Olivetti, alle radici di un sogno », Laura Curino narra il mito italiano della ditta omonima. Vista dall’Estero l’azienda piemontese è associata ad alcuni grandi successi del design cisalpino, tra cui la MP1, la prima macchina da scrivere portatile italiana. In Italia, tuttavia, l’azienda è stata a lungo indissociabile dal suo padre fondatore, Camillo Olivetti, che a partire dal 1908 s’impegna a mettere in pratica le sue idee socialiste offrendo agli impiegati delle condizioni di lavoro e di vita all’avanguardia rispetto agli usi del tempo. _ Da non perdere, assolutamente.

Envie d’Italie
en compagnie de Laura Curino et Marco Baliani, écrivains de théâtre

du 17 au 23 novembre 2011
CORPO DI STATO
de et avec Marco BALIANI
(en italien)
Vendredi 18 novembre à 19h30
Théâtre de Poche / Grenoble

CAMILLO OLIVETTI,
alle radici di un sogno
de et avec Laura CURINO
(en italien)
Samedi 19 à 19h30
Théâtre de Poche / Grenoble

Une réalisation du collectif Troisième bureau
En coréalisation avec Face à Face, paroles d’Italie pour les scènes de France
En partenariat avec : L’Institut Culturel Italien de Grenoble, Dolce Cinéma - les 6e rencontres du Cinéma italien à Grenoble et en Isère, Les Bibliothèques municipales de Grenoble, Le Tricycle, Le Musée Dauphinois dans le cadre de l’exposition “Les Italiens en Isère”, La Bibliothèque départementale de l’Isère, La bibliothèque Georges Perec de Villard-de-Lans, La Cité Scolaire Jean-Prévost à Villard-de-Lans


Vedi on line : Il sito del collectif Troisième bureau

martedì 4 ottobre 2011, di Patrizia Molteni