FOCUS IN - Chi siamo
RICERCA
Une N° 23 Un N° 22 Une N° 21 Une N°20 Une N° 19 Une N° 18 Une N° 17 Une N° 16 Une N° 15 Une 14 Une N° 13 Une N° 12

Home > Cultura > Festivals > Giù al Sud: tarantole, antidoti e magia

Giù al Sud: tarantole, antidoti e magia

Splendido esempio di Gotico Fiammeggiante, soprannominata anche “Notre-Dame la petite” la chiesa di Saint-Merry (o Saint-Merri) è incastrata tra la piazza du Châtelet e il Centro Georges Pompidou; nascosta tra i colori e gli zampilli della fontana Stravinsky (o fontana “des Automates”, realizzata nel 1983 da Jean Tinguely e Niki de Saint Phalle). Questo spettacolare luogo di culto - custode di preziose opere d’arte (tra cui un grande organo di 400 anni) - si trasforma regolarmente in suggestivo auditorio (due concerti la settimana). Gli “aficionados” ne apprezzano il variegato repertorio che spazia dal classico a quello più raro, dalle melodie esotiche (musica armena, cinese, indiana o ottomana…), sino ai ritmi sincopati del jazz o i riff più rock. Ed è il Sud Italia a risuonare in questa sala concerti così atipica, la prima domenica di maggio!
La mitica tarantola pugliese vi tesse la tela con “Sud Italia e magia”, l’evento che investe per la prima volta l’architettura di Saint-Merry d’immagini musiche, riti e sapori della tradizione tarantistica. Un programma ricco, organizzato da Souffle Collectif (collettivo di sostegno e diffusione artistica sulla scena culturale di Saint-Merry) e Localmente (associazione esportatrice dei prodotti tipici locali e delle “eccellenze” italiane che, nel quadro della manifestazione, propone una selezione di “epicerie fine” pugliese).
Maristella Martella e la compagnia Tarantarte vi trasporteranno nel Sud più misterioso, affascinante e sensuale con lo spettacolo di danza-performance “Taràn / la danse du Labyrinthe”.
D’origine remota, la pizzica tarantata è tradizionalmente legata al rito di guarigione dal veleno della tarantola, vera esperienza di trance accompagnata dal ritmo incessante e ossessivo dei tamburelli; una tradizione di spettacolare “esorcismo” perpetuata ancora nel Salento, la provincia più meridionale della Puglia. Il mito si fonde e si reinterpreta oggi nei numerosi festival musicali, tra cui la famosa Notte della Taranta, consacrati a quest’antica tradizione.
Culmine della serata parigina, il concerto unplugged dei Nidi D’Arac (indie-rock & pizzica) che, tale evento nell’evento, presenteranno in anteprima il brano “Guerra de rizzi”, singolo dell’attesissimo loro nuovo album. Il gruppo, fondato da Alessandro Coppola, assimilando la tradizione popolare del Sud Italia, è riuscito a rinnovarla con sonorità contemporanee senza mai denaturare l’intensità poetica dell’eredità folk originaria; “Guerra de rizzi” ne è appunto uno squisito esempio.
La mostra grafica sul Tarantismo a cura di Clara-Louise Buillet e il mercatino di prodotti enogastronomici tipici della Puglia (Localmente), faranno da sfondo visivo-gustativo a questo viaggio imperdibile lungo il tacco d’Italia.

“SUD ITALIA E MAGIA”

danse - musique - projections autour de la Tarantelle et du
Tarantisme
Église St Merry (Paris IV,
a due passi dal Centro Pompidou)
Dimanche 4 mai 2014 – 20h
Direzione artistica:
LOCALMENTEVENTS, insieme a SOUFFLE Collectif

martedì 29 aprile 2014, di Patrizia Molteni