FOCUS IN - Chi siamo
RICERCA
Une N° 23 Un N° 22 Une N° 21 Une N°20 Une N° 19 Une N° 18 Une N° 17 Une N° 16 Une N° 15 Une 14 Une N° 13 Une N° 12

Home > Agenda > EXPOSITIONS > ITALIA DI MARSIGLIA

8-24/05/2013

ITALIA DI MARSIGLIA

L’Istituto Italiano di Cultura, a Marsiglia, in occasione della GIORNATA DELL’EUROPA, presenta la mostra di Paola Pezzi.
L’inaugurazione, alla presenza dell’artista, avrà luogo, all’Istituto Italiano di Cultura (6, rue Fernand Pauriol) alle ore 19,00 di martedi’ 7 maggio 2013.

Paola Pezzi con i suoi coloratissimi lavori presenta un’originale e personalissima interprestazione dell’arte povera con l’utilizzo, in una costante metamorfosi, di materiali che fanno parte del nostro quotidiano.
Ci colpisce come l’artista sappia trasformare questi oggetti in Arte e come sappia instaurare con lo spettatore un rapporto diretto, vivo e scambievole, grazie ad una travolgente sensisbilità.
Molte delle sue opere, frutto di una fantasia giocosa, sono nate dall’assemblaggio di innumerevoli matite colorate, a volte spezzate, o da fiammiferi pazientemente affiancati fino a ricostruire cartine geografiche e bandiere dei paesi europei. Un modo inconsueto per rendere omaggio all’Europa.
Espressamente per Marsiglia, Paola Pezzi ha creato un’opera che vuole sottolineare il forte legame esistente tra l’Italia e questa grande città del Mediterraneo. Una fusione tra i due mondi dove il mitico stivale sarà costruito e definito da una miriade di saponette di Marsiglia.
Le creazioni dell’artista hanno come elemento principale l’energia esistenziale: l’idea del nucleo originario che nasce dalla terra, terra come madre della radice-matrice del lavoro di Paola Pezzi. Un lavoro che evolve nel tempo, che si apre, si trasforma, acquisendo nuove energie, nuove fonti, nuovi materiali "catturati" in base alle esigenze del momento e a cio’ che ha bisogno di esprimere.
Un flusso continuo, dinamico, dove la vita entra nel portale dell’arte, prendendo forme, e dove l’arte diventa vita vissuta. Tutto il cammino artistico di Paola è una costante riflessione sul mondo, una riflessione che le permette di dialogare con il mondo stesso.
La stessa Pezzi, analizzando il suo percorso, sottolinea che "non vi è un momento specifico per segnare l’inizio della mia avventura artistica perchè, in realtà, l’opera, tutte le opere, sono il viaggio della mia vita: un’attitudine spinta dalla necessità".
Un esaustivo catalogo, curato da Roberta Alberotanza, Direttore dell’Istituto Italiano di Cultura, presenterà un’interessante intervista dell’artista Federico Sardella che testimonierà sul appassionante percorso stilistico dell’artista.

La scultura effimera "L’Italia di Sapone" , ideata per Marsiglia, sarà realizzata con la partecipazione del rinomato Saponificio di Savona

L’esposizione resterà aperta al pubblico dall’8 al 24 maggio 2013
lunedì - giovedì 10.00-12.30 e 14.30-17.00
Venerdì 10.00-12.00
ingresso libero


Paola Pezzi nasce a Brescia e frequenta l’Accademia di Brera, a Milano, sotto la guida di Luciano Fabro e Zeno Birolli. Fin dall’inizio del suo percorso artistico ha saputo assorbire e personalizzare la lezione dell’arte povera che l’ha spinta a comprendere velocemente le avanguardie artistiche contemporanee. Intensa l’attività espositiva dell’artista, sia in Italia che all’estero, come alla Galleria Franco Toselli, Ca’ di Frà, Cardi, a Milano, Massimo Minimi, a Brescia, ma anche lo Studio Simonis e il Grand Palais a Parigi, senza tralasciare gli appuntamenti internazionali delle fiere d’arte. Anche la stampa segue con attenzione la sua attività e riviste come Juliet, Tema Celeste, Flash Art, grazie alla brillante penna di critici affermati, che ne hanno scritto con entusiasmo. Molte opere della Pezzi fanno parte di collezioni pubbliche e private in Italia e all’estero

martedì 30 aprile 2013