FOCUS IN - Chi siamo
RICERCA
Une N° 23 Un N° 22 Une N° 21 Une N°20 Une N° 19 Une N° 18 Une N° 17 Une N° 16 Une N° 15 Une 14 Une N° 13 Une N° 12

Home > Associazioni > Il 23 giugno l’VIII Forum delle Associazioni italiane

Il 23 giugno l’VIII Forum delle Associazioni italiane

Boulevard Blanqui nel 13° arrondissement di Parigi

L’ormai immancabile rendez-vous delle associazioni franco-italiane della regione parigina è fissato al 23 giugno dalle 10 alle 18. Da sempre un momento di solidarietà, il Forum di quest’anno sarà all’insegna della raccolta fondi per aiutare le popolazioni emiliano-Romagnole colpite dal terremoto. Tutte le novità.

Da un anno all’altro abbiamo assistito a nascite, matrimoni, decessi, malattie di membri e dirigenti, a fusioni o scissioni di associazioni, ci siamo mobilitati per questa o quella causa, si sono create reti e ci siamo persino dotati di un portale completamente dedicato alle nostre attività.
Grazie a questo spirito solidale, le associazioni Emiliano-Romagnole del Forum proporranno degli aperitivi tutto il giorno a base di parmigiano “terremotato” per raccogliere fondi da destinare alla ricostruzione dei paesi colpiti dal sisma (vedi rubrica "solidarietà Emilia-Romagna").
Anche quest’anno continua ed aumenta la richiesta di entrare a far parte della rete, di essere presenti al Forum. Così il folto gruppo delle associazioni culturali va sempre più arricchendosi: diverse associazioni di musici e teatranti (la Compagnia Nonna Sima, I.thalie, insieme compagnia teatrale ed artistica) cui va ad aggiungersi l’Opera club Mario Lanza, appassionati melomani. Gli artisti saranno rappresentati dal collettivo Attiva Coscienza, che aveva fatto una timida apparizione già l’anno scorso e anche, altra new entry, l’associazione “Graines de Terre”, che lavora sulla ceramica, soprattutto nella bigiotteria. Non poteva mancare la gastronomia con l’associazione, nuova per il Forum, che si riunisce intorno al blog “Evvivalapappa”, che farà degustazioni e dimostrazioni.
Forse più rivolta all’Italia una nuovissima associazione, “Pariginedita” diretta da un etnologo, Giulio Lucchini, che fa visitare, in italiano e francese, luoghi conosciuti e no di Parigi, visti attraverso la loro gente. Così il Marais, forse il quartiere più visitato dagli italiani si illumina di storie ed interpretazioni insospettabili e il quartiere indiano, a torto ansiogeno per molti, diventa il tempio del misticismo e della sofferenza dei popoli, oltre che dell’ospitalità della gente.
Particolarmente attesa la partecipazione di due associazioni, molto diverse tra di loro. Gli Alpini che attraverso commemorazioni e celebrazioni conservano la memoria e i principi di questo corpo militare un po’ speciale, sempre pronto ad aiutare i più deboli e le vittime (ancora oggi per il terremoto in Emilia-Romagna, sono stati i primi a mobilitarsi). La seconda associazione, D.I.R.E. (Donne Italiane Rete Estera) che riunisce professioniste intorno ai principi e allo spirito democratico europeo.
Un’Italia in miniatura che rappresenta ormai quasi tutti gli aspetti del Belpaese, dalla cultura alla gastronomia, passando per il sociale, lo sport, la memoria, la rappresentanza politica e in cui francesi e italiani possono trovare qualcosa in cuicredere ed impegnarsi.
Il Forum è ormai diventato una sorta di fiera in cui, oltre al contatto con il folto pubblico dei visitatori, è importante lo scambio tra espositori, l’incontro con i professionisti. Da questi incontri e da questi scambi sono nate collaborazioni tra associazioni e progetti. D’altro canto, la denominazione stessa di Forum rimanda (per chi non è nato negli spazi virtuali di internet) al foro degli antichi romani, la piazza principale in cui si svolgeva tutta l’attività della città, compresi, immagino, i progetti (“se facessimo un acquedotto che porta l’acqua in città?” “Sì, poi bisognerà creare un Comitato Acqua Bene Pubblico sennò i Triumviri se ne approfittano!”).
Per il pubblico come per le associazioni stesse un appuntamento da non perdere.

Scarica la lista delle associazioni presenti

PDF - 501 Kb

Il programma:
Animazioni musicali dei Di Sol et Di La, i “Mad Dem” (madrigalisti democratici), gli Alpini e altri. Con la partecipazione dei Jacaranda.

Animazioni digitali allo stand dei Jardins Numériques.

Aperitivi solidali allo stand delle associazioni Emilia-Romagna e Fratellanza Reggiana.

Tutto il giorno
Mostra-vendita del collettivo Attiva coscienza e della ceramista Valeria Polsinelli (Graines de Terre)

Bar italiano di Ethicando con prodotti di Libera Terra

venerdì 15 giugno 2012, di Patrizia Molteni