FOCUS IN - Chi siamo
RICERCA
Une N° 23 Un N° 22 Une N° 21 Une N°20 Une N° 19 Une N° 18 Une N° 17 Une N° 16 Une N° 15 Une 14 Une N° 13 Une N° 12

Accueil > Actualités > Italia sostenibile alla Gare de Lyon

Italia sostenibile alla Gare de Lyon

Mentre in Italia fervono i preparativi per finire i lavori di Expo 2015 e in Francia ci si prepara alla conferenza ONU sul Clima che si terrà fine novembre-inizio dicembre, Italia in Rete e Italia ETC sono al rush finale per “Italia Sostenibile – Expo du Tourisme durable en Italie” che si svolgerà dal 13 al 15 giugno in Place Frenay.


La piazzetta Frenay, adiacente alla Gare de Lyon, storicamente legata agli arrivi e alle partenze degli italiani, si trasformerà in un villaggio battente bandiera italiana. I produttori, sostanzialmente cooperative sociali o gruppi di acquisto (uno per tutti : le “Galline Felici” siciliane invitate dall’associazione Compagnia dei Cammini) e realtà turistiche che abbinano uomo e natura, come il Parco Nazionale dell’Appennino tosco-emiliano candidato come sito MAB (Man and Biosphere) dell’Unesco, faranno scoprire al pubblico parigino i prodotti tipici e i luoghi meno conosciuti. Il mercato francese è naturalmente attratto da tutto quello che è italiano, dalla lingua alla cultura passando dal cibo e dal turismo, ma spesso si limita ai soliti noti : Venezia, Firenze, Roma, Napoli, Palermo e parmigiano, mozzarella, pizza e tiramisù. Un po’ caricaturale forse, ma per niente offensivo nei confronti dei francesi : purtroppo la pubblicità è riservata a chi se lo può permettere, quindi grandi marche e mete già sature di turisti dal mondo intero.
La manifestazione invece intende mostrare quello che l’Italia ha di più virtuoso e le strategie di sostenibilità che da anni cooperative ed imprese sociali mettono in campo. Purtroppo il mercato transalpino è fermo e per queste strutture l’esportazione diventa necessità. Così come, per tutti noi, in Europa e nel mondo, è sempre più necessario adottare comportamenti e stili di vita sostenibili.
L’evento prende spunto dal tema di Expo, “Nutrire il pianeta, energia per la vita”, ma anche dalla Conferenza sul Clima che sta mobilitando associazioni, istituzioni e cittadini in tutta la Francia sulla riduzione del riscaldamento del pianeta, che richiede anche nei gesti quotidiani un’attenzione particolare ai rifiuti, agli sprechi alimentari, alle fonti di energia, al riciclo.
Italia in Rete e Jardins numériques stanno organizzando una serie di azioni di sensibilizzazione che si svolgeranno non solo durante la due-giorni di mostra-mercato alla Gare de Lyon, ma anche nelle scuole e nei licei del 12°, 13° e 14° e durante altre due iniziative simili (ma meno italocentriche) a fine settembre, in contemporanea con la Fête de la Gastronomie voluta dal Ministero dell’Economia francese, che coinvolgerà il 14° arrondissement di Parigi e le città limitrofe Malakoff e Vanves e fine ottobre-novembre nel 13° e città confinanti.
Ricco il programma di animazioni di strada, che fanno appello a quel senso italiano della vita di piazza che da sempre significa sociabilità, convivialità e vita in comune : la Concabbanda, variopinta street band ternana, per esempio, oppure la “pastamobile” con Cocina clandestina (la radio con gusto), un’APE Piaggio trasformata in cucina portatile ed alimentata da biciclette in cui cuochi stellati vi faranno gustare panini deliziosi, la disco-soupe di Slow Food, fatta con gli invenduti del mercato, sempre a suon di musica… e altre magiche animazioni che coniugano i saperi e i sapori di una volta con la modernità odierna.
Per i più giovani (o per i giovani di spirito), diversi workshop : dalla fabbricazione della pasta da pane con il lievito madre al gioco dell’oca ecoresponsabile gigante, all’assemblaggio di un computer in una tanica di plastica, passando dalla galleria in divenire concepita dall’artista bolognese Laura Ranuzzi, con opere realizzate su vassoi da pasticcere ispirate, tra l’atro ai quadri di Enrico Baj e appese, mano a mano, su un lunghissimo muro d’esposizione.
Radio Colosseum (www.radiocolosseum.it) dedicherà all’evento un’ora di trasmissione alla settimana dal 20 maggio e come le trasmissioni Italoscopie e Cappuccino e la web radio TopItalia seguirà in diretta da Place Frenay la manifestazione.
Ciliegina sulla torta, la manifestazione cercherà di adattarsi alla certificazione EBI di Ecocongress (Eventi a basso impatto), unica certificazione che misura l’impatto ecologico anche su aspetti culturali e sociali dell’evento.
Restate con noi… il prossimo numero di Focus sarà completamente dedicato a Italia sostenibile con articoli su espositori e il programma culturale completo.

Italia Sostenibile è organizzata da Italia in Rete e Italia ETC – EticaMente Cultura Turismo, con il patrocinio della Mairie del 12e arrondissement, di Expo 2015, del Padiglione Francia ad Expo, del Consolato Generale d’Italia a Parigi, dell’ICE (Ita-Trade), di Slow Food e FAI France, della Consulta per gli Emiliano-Romagnoli nel mondo. Ha ottenuto il “brand” della Città di Milano.

vendredi 15 mai 2015, par Mariachiara Verrigni