FOCUS IN - Chi siamo
RICERCA
Une N° 23 Un N° 22 Une N° 21 Une N°20 Une N° 19 Une N° 18 Une N° 17 Une N° 16 Une N° 15 Une 14 Une N° 13 Une N° 12

Accueil > Primo Piano > Nuovissimo Cinema Paradiso > L’Univerciné di Nantes

16-20/2/2011

L’Univerciné di Nantes

Alla sua quindicesima edizione Univerciné, a Nantes, è l’unico festival di cinema italiano in Francia a vocazione esplicitamente europea. Organizzato dal Dipartimento di Italiano, fa parte di un ciclo annuale di festival – britannico, tedesco, russo (quest’ultimo assente in questa stagione) – che sanciscono un unico vincitore.

Gloria Paganini, docente all’Università di Nantes ed organizzatrice del Festival, sottolinea la differenza con festival più noti come Annecy o Villerupt : a Nantes non c’è un terreno storico costituito da una forte comunità italiana, né un rapporto di contiguità culturale come quello che caratterizza le regioni di frontiera. Bisogna quindi conquistare il pubblico, segnalando la presenza e l’importanza della creazione italiana e cercando di farle vivere in una dinamica europea.
Nati 15 anni fa in seno all’università, i vari festival che compongono il ciclo Univerciné hanno progressivamente rinforzato la loro collaborazione, evitando sempre però, deliberatamente, di fondersi in un unico evento, magari intorno ad un tema o ad un periodo storico. Il fatto che l’entrata in materia sia innanzitutto nazionale, con rassegne inizialmente separate, ha dato a quest’evento un’apertura internazionale, pur mantenendo l’identità e la specificità di ciascuno. A questa specificità, gli organizzatori del festival di cinema italiano tengono in modo particolare.
Univerciné è “una vetrina dell’Italia sconosciuta e misconosciuta”. Così lo definisce Gloria Paganini. I film sono scelti (spesso in collaborazione con i Festival di Annecy, Villerupt o Bastia) tra quelli che rimangono al di fuori del circuito di distribuzione o che hanno suscitato un dibattito, in Italia o in Francia. La programmazione prevede ogni anno almeno un classico, una quindicina di film recenti, di cui cinque in competizione, e un documentario che funge da provocatore di dibattiti.
I film sono visionati e premiati da tre giurie, cioè dal pubblico, da una giuria di liceali e dalla giuria Univerciné. Quelli premiati convergono poi verso la giuria europea che ricompensa il film più meritevole della stagione : con grande soddisfazione degli organizzatori del festival italiano, l’anno scorso il premio internazionale Univerciné è stato attribuito a Luca Guadagnino, per il film “Io sono l’amore”.
L’edizione 2011, che si svolgerà dal 16 al 20 febbraio, comporta una novità. In collaborazione con il Centre Culturel Franco-Italien di Nantes, partner insostituibile della manifestazione, il festival associerà alla rassegna cinematografica di classici e inediti, il tema “Tutti uniti”, in sintonia con le celebrazioni del 150° anniversario dell’Unità d’Italia. “Cercheremo di trovare quegli elementi che hanno federato il senso di appartenenza comune, come la tavola o il linguaggio visivo”, dice Marina Arnesano, coordinatrice del CCFI. “Vorremmo però” aggiunge “tracciare l’evoluzione di questi elementi comuni fino ai nostri giorni, vorremmo cioè che non fosse solo un momento celebrativo ma anche un’occasione di riflessione sull’identità culturale e la storia che accomuna regioni piuttosto diverse”. Tra le presenze di spicco segnaliamo Aldo Agosti, membro del Comitato ”Italia 150 anni” e Ilvo Diamanti, che tratterà del tema “Y a-t-il une question septentrionale ?”
La programmazione non è ancora definitiva ma si sa già che ci sarà una “lezione di cinema” sul “Gattopardo”, film cult del patrimonio cinematografico del Risorgimento. “I giovani non conoscono il cinema italiano e tantomeno l’importanza che questo ha avuto nella storia del cinema”, spiega ancora la Paganini. “Soprattutto non ne conoscono i codici, ecco perché ci è sembrato importante inserire una lezione di cinema all’interno della programmazione”.
Sempre sul tema “Tutti uniti”, un film d’animazione, frutto di una collaborazione con la città di Rimini, si rivolgerà ai più giovani.

Univerciné
Dal 16 al 20/2/2011

Cinéma Katorza - 3, rue Corneille - Nantes
www.univercine-italien.org
“Tutti uniti”
Dal 16/2 al 6/3/2011

Espace Cosmopolis
18, rue Scribe
www.centreculturelfrancoitalien.org

jeudi 30 décembre 2010, par Patrizia Molteni