FOCUS IN - Chi siamo
RICERCA
Une N° 23 Un N° 22 Une N° 21 Une N°20 Une N° 19 Une N° 18 Une N° 17 Une N° 16 Une N° 15 Une 14 Une N° 13 Une N° 12

Accueil > FOCUS IN - Chi siamo > La Redazione

La Redazione

JPEG - 24.6 ko
Patrizia Molteni, caricature de Jef Martinez

Cominciamo con nuova direttrice Patrizia Molteni, capo-redattrice, è anche libraia a tempo perso, traduttrice, progettista.-Afflitta da una forma abbastanza severa di AMD (Association Manic Disease, detta anche sindrome dell’associazionismo) è presidente di un centro di documentazione pedagogica (pomposamente chiamato Centre de Recherches et d’Etudes italiennes), presidente dell’Associazione Emilia-Romagna, e socia di almeno altre 18 associazioni. Emiliana, con origini napoletane, ha uno spirito un po’ veneto (e non se ne vanta), tanto che per la quantità di lavoro che è capace di macinare, era chiamata (in gioventù) Cipputi. Per la gioia di datori di lavoro e fornitori e a grande disperazione del suo banchiere è sprovvista di qualsiasi senso commerciale e ha una netta propensione a lavorare gtis.


Guy Estager. Sammarinese di terza generazione, ex caporedattore di un settimanale locale della regione parigina, grafico di professione, lavora essenzialmente per case editrici che pubblicano fumetti (Tartamudo, Des ronds dans l’O, ecc.) con due caratteristiche essenziali – la pazienza di Giobbe tipica di chi passa giornate intere davanti a un computer a fare e disfare, a correggere ogni minimo difetto, anche quelli visibili solo con ingrandimenti a 1x800, a trovare il modo di far entrare le nostre logorree nelle pagine del giornale (sogna da anni di poter chiedere ed ottenere articoli che facciano come per incanto il numero di caratteri – spazi compresi – che aveva annunciato nella “charte graphique” ma temo che anche da direttore questo sogno non diventerà realtà) ; secondo : il senso dello humor, della gag, il vedere sempre il lato buffo delle cose, deformazione professionale dovuta alla frequentazione assidua di disegnatori e umoristi. Rispetto alla maggior parte dei direttori, preoccupati e brontoloni, un gran pregio.


_

JPEG - 15.6 ko
Franco Lombardi, caricature de Jef Martinez

Franco Lombardi, arrivato a Focus Magazine dopo aver vinto il concorso di scrittura “L’altro italiano” organizzato dal CREI (vedi sopra) con un divertentissimo racconto di viaggio in Romagna (la regione Emilia-Romagna patrocinava il concorso ma lui, forlivese convinto, in Emilia non ci sarebbe mai stato, neanche nella sua fervida immaginazione). Fa un lavoro serissimo : consulente in conservazione preventiva per i Beni Culturali, una sorta di dottore che guarda i monumenti storici e dice cosa bisognerebbe fare perché non vadano in malora. Nel tempo libero, è segretario dell’Associazione France-Italie du Cher, per la quale organizza conferenze gastronomico-culturali sotto le mentite spoglie di “Professor Benito Lasagnoni”. E’ anche un ballerino provetto di tango, che pratica a livelli agonistici. Come giornalista ha uno stile spiritoso e un po’ diretto, per usare un eufemismo : se riceviamo lettere di protesta, 9 su 10 sono indirizzate a lui, la decima alla redazione per lamentarsi di lui.


JPEG - 23.3 ko
Stefano Lazari, caricature de Jef Martinez

Stefano Lazari, studente, lavoratore precario, grande piuma e soprattutto grande spirito di adattamento : è la classica persona a cui puoi chiedere di fare qualsiasi cosa, dall’idraulico al tecnico del suono, passando per croupier e rappresentante di ghiaccio in Alaska, e lui esegue, con la professionalità di chi ha fatto questo tutta la vita. Idem per gli articoli, gli si può chiedere qualsiasi cosa, non batte ciglio.


JPEG - 20.2 ko
Manuela Barberis, caricature de Jef Martinez

Manuela Barberis, laureata in scienze politiche, con un master in Marketing & Comunicazione, scrive in genere di Società ma ha un ruolo essenziale nelle inchieste, soprattutto quando gli intervistati sono giovani. Gestisce infatti una rete incredibile di sondaggiabili dal suo quartier generale (un barettino che risponde al nome molto focussiano di “La liberté”). In parecchi locali e ristoranti parigini è riverita come se fosse la loro più grande benefattrice, non abbiamo mai capito perché.


JPEG - 23.2 ko
Fortunato Tramuta, caricature de Jef Martinez

Fortunato Tramuta, direttore della libreria italiana “La Tour de Babel”. Passa il tempo a dire che è solo un commerciante e che vendere libri è la stessa cosa che vendere patate, “purché siano buone”. In realtà ha una cultura sconfinata, ha letto e legge tutto o quasi. E’ amico di scrittori, registi, poeti, fotografi e anche, moltissimo, di Focus per il quale ha spesso scomodato personalmente le sue illustri “amicizie”.


JPEG - 20.3 ko
Tiziana Jacoponi, caricature de Jef Martinez

Tiziana Jacoponi, docente e dottoranda con una tesi su cinema e letteratura combina un’intensa vita sociale (solo di recente leggermente smorzata dallo sprint finale della tesi) con la visione sistematica di tutti - e dico tutti - i fim che escono in Italia o in Francia, e la lettura di ignote giovani scrittrici di talento (che neanche Fortunato conosce, ed è tutto dire). Per Focus è regolarmente invitata alla Mostra di Venezia e alle decina di Festival del cinema di Francia e di Navarra.|


JPEG - 25.1 ko
Cinzia Crosali, caricature de Jef Martinez

Cinzia Crosali, professione : psicanalista. E no, il suo ruolo non è quello di curare la banda di matti che compongono la redazione anche se come psichiatra è bravissima. Cinzia cura, ma in un altro senso, la rubrica “psy” che interpreta in modo molto comprensibile il malessere di una società sempre più spietata, e in cui chiunque sarebbe “spaesato”, figuriamo chi come noi ha più paesi in cui spaesarsi. Al contrario di altri “psy” è una persona normalissima con la quale si può parlare di tutto e scherzare tranquillamente, senza sentirsi analizzati.


JPEG - 30.4 ko
Zosimo, caricature de Jef Martinez

Zosimo non so se ve lo posso rivelare … è il nome d’arte di un gastronomo coi fiocchi, gestore di un ristorantino-traiteur nel 15° arrondissement di Parigi. Oltre a cucinare divinamente – cosa in cui eccelle anche la moglie, ora cuoca ufficiale del suddetto ristorantino – Zosimo intrattiene i clienti con storie, leggende, battute, scenette di ogni genere. Avete presente i siciliani muti con berretto e lupara : tutto il contrario. Da sempre Zosimo sostiene Focus, tra l’altro con i magnifici buffet a base di focaccia e porchetta del Forum delle Associazioni Italiane.


Tra i neuroni liberi che da anni collaborano in maniera saltuariamente regolare citiamo Valentina Fini, laureata in comunicazione e corrispondente occasionale di varie riviste bolognesi, ex-volontaria modello del servizio civile, proprio a Focus Magazine ; Morena Campani, architetto, direttrice del Cabinet Projets culturels, regista, scrittrice … una creativa, insomma, che ha sempre il testo giusto al momento giusto (“hai detto futurismo ? Giusto giusto ho un’intervista a Luce Marinetti, se ti serve…”, dice come se le si avesse chiesto il sale) ;


Giuseppe Fabris, architetto anche lui ma specializzato in design – passa il tempo a correre da un estremo all’altro della Francia per dare lezioni nelle più prestigiose scuole di architettura. Oltre a questo è specializzato nella fabbricazione di tigelle, gnocco fritto, pizze e piadine.


Anna Consonni, grande esperta di politica e di associazionismo (sul quale sta finendo una tesi di dottorato) e che potrebbe benissimo curare la rubrica “gossip” se ce ne fosse una (ma non vuole) ; ed infine Vincent Royer, giornalista di un sito di riferimento per le automobili italiane (autosital.com), che scrive articoli talmente perfetti che la rilettrice di bozze, dopo aver tentato invano di trovare un refuso (uno solo accidenti, fai che ne faccia uno !) adesso le legge solo per interesse personale e sta pensando di prendere la patente.


Figura importantissima, le rilettrici di bozze : Marie Folly (e non è un nome d’arte), fotografa, lavora alla comunicazione della Mairie di Grigny e condivide con la caporedattrice una passione per le immagini religiose kitch ; Frédérique Lebrun, di origine friulana, nonostante il nome, segretaria di redazione nel gruppo Bayard Presse, documentarista, agitatrice sociale indipendente in favore dei clandestini, degli immigrati, delle donne … ; Rita Dente, napoletana, insegnante, formatrice, fonte inesaurbile di barzellette e aneddoti ma anche – e qui si tratta di una contraddizione onomastica – dotata di un “occhio” incredibile per scovare errori e refusi.

mercredi 14 janvier 2009, par Anna Consonni, Cinzia Crosali, Fortunato Tramuta, Franco Lombardi, Frédérique Lebrun, Giuseppe Fabris, Guy Estager, Luisa Pace, Manuela Barberis, Marie Folly, Morena Campani, Patrizia Molteni, Stefano Lazari, Tiziana Jacoponi, Vincent Royer, Zosimo e Franco Pedroni