FOCUS IN - Chi siamo
RICERCA
Une N° 23 Un N° 22 Une N° 21 Une N°20 Une N° 19 Une N° 18 Une N° 17 Une N° 16 Une N° 15 Une 14 Une N° 13 Une N° 12

Home > FOCUS IN - Chi siamo > Focus In news > La Repubblica dei rilettori

La Repubblica dei rilettori

Forse più che trovare i finanziamenti per far vivere un giornale, la “caccia al refuso” è l’incubo di ogni redazione. Nel nostro, ogni articolo viene letto da due rilettrici molto competenti (ringrazio qui pubblicamente l’attenzione al minimo dettaglio di Rita Dente per l’italiano e Frédérique Lebrun e Marie Folly per il francese). Eppure quello che vede l’una non vede l’altra, le correzioni vengono fatte da me medesima, controllate, fatte e rifatte (ore e ore vi assicuro). Ma quando arriva il giornale stampato basta aprirlo a caso e si capita su un refuso, un errore gigante, magari in un titolo. Sospetto anzi che quei burloni del computer o di quark xpress aggiungano nottetempo degli errori. O magari è il tipografo, invidioso di tanta bellezza?
Certo, nelle redazioni degne di questo nome (Repubblica per esempio) la rilettura non esiste più. Ci sono refusi negli articoli e nessuno se ne stupisce.
Un nostro fedelissimo lettore, Daniele Volpatti, invece trova la cosa spiacevole per una rivista come Focus in. Ha lanciato allora l’idea di un comitato di rilettura fatto dai lettori, “une sorte de participation anonyme pour la beauté de Focus in”. Idea meravigliosa, espressa meravigliosamente bene.
In questo numero abbiamo chiesto ai lettori più fedeli, ma se volete partecipare alla “Repubblica dei rilettori di Focus in” potete contattare la redazione. Sarete i benvenuti.

I rilettori repubblicani del numéro 16: Daniele Volpatti, Patrick Goutefangea, Pascale Buddillon-Puma, Anne Mazire, Giusy Sapienza.

martedì 16 ottobre 2012, di Patrizia Molteni