FOCUS IN - Chi siamo
RICERCA
Une N° 23 Un N° 22 Une N° 21 Une N°20 Une N° 19 Une N° 18 Une N° 17 Une N° 16 Une N° 15 Une 14 Une N° 13 Une N° 12

Accueil > Cultura > Libri > Le destin du Passeur

Le destin du Passeur

de Marie-José Tramuta - Cahiers de l’Hôtel de Galiffet - 13€

Le destin du passeur In questo volume Marie-José Tramuta raccoglie gli articoli che ha scritto per la nota rivista letteraria La Quinzaine Littéraire, diretta da Maurice Nadeau. Un percorso nella letteratura italiana da Celati a Bufalino in cui l’autrice rifiuta la qualifica di “critico”. Intanto perché è innanzitutto una lettrice e come tutti i lettori deve restare anonima, trasparente. In secondo luogo perché, come sottolinea Elisabetta Rasy nella prefazione, Tramuta non crede nella spiegazione unica e definitiva di un libro, non dà mai sentenze finali ma suggerisce percorsi, evoca atmosfere, legge tra le righe.
Era Anne Sarraute, “voce” e pilastro della rivista, che le commissionava gli articoli. Alcuni autori li conosceva già, anche molto bene, altri li ha letti e scoperti per l’occasione. Una lettura fatta con gli autori, metaforicamente “seduti di fianco a lei” ed articoli che facevano “passare” le sue impressioni, l’esperienza di lettura, da cui il “passeur” del titolo, che definisce lei, autrice e lettrice, ma anche tutti i lettori. E il destino in tutto questo ? In parte quello di un universo letterario che si è andato creando grazie alle scelte di Anne Sarraute, un destino in cui l’autrice ha avuto la fortuna di non dover mai rifiutare un pezzo perché non le piaceva l’argomento e in cui solo una volta ha suggerito uno scrittore a lei caro : Savinio.
Una particolarità del volume è che tutti i saggi sono perfettamente comprensibili e piacevoli da leggere, al contrario di gran parte della letteratura critica tradizionale. D’altra parte, Marie-José Tramuta cita come “maestri” Debenedetti, Montale e Savinio che, in quanto critici, hanno sempre avuto lo stesso approccio al testo.

lundi 2 novembre 2009