FOCUS IN - Chi siamo
RICERCA
Une N° 23 Un N° 22 Une N° 21 Une N°20 Une N° 19 Une N° 18 Une N° 17 Une N° 16 Une N° 15 Une 14 Une N° 13 Une N° 12

Home > Agenda > FESTIVALS & FETES > «LIBERO CINEMA IN LIBERA TERRA» fa tappa a Parigi

10-11 ottobre

«LIBERO CINEMA IN LIBERA TERRA» fa tappa a Parigi

Ateliers Varan

CONTRO LE MAFIE. La carovana di cinema itinerante supera ancora una volta i confini nazionali per porre l’accento su come le mafie siano ormai un problema internazionale. Come ha scritto Martin Shulz, Presidente del Parlamento europeo, nella motivazione del Patrocinio del Parlamento Europeo: «Sono orgoglioso di vedere che il festival anche quest’anno porti avanti l’impegno contro la criminalità organizzata che riguarda diversi stati chiave in Europa. Le organizzazioni criminali in genere non sono limitate dalle frontiere. Infiltrano le società a livello internazionale, minacciando i cittadini, le economie e le istituzioni degli stati…»
La Fondazione Cinemovel, sotto la presidenza onoraria di Ettore Scola, e Libera, Associazioni, nomi e numeri contro le mafie, fondata da Don Luigi Ciotti, hanno dato vita a Libero Cinema in Libera Terra nel 2006 per contribuire, attraverso il cinema itinerante, all’impegno delle persone che investono sull’avvenire dei territori conquistati alla criminalità organizzata, promuovendo la legalità in opposizione alla violenza mafiosa.
Il percorso del cinema itinerante rappresenta, in questo scenario, una risposta culturale e sociale d’impatto: animando la visione collettiva, stimolando la discussione e il dibattito oltre che favorendo la sensibilizzazione nei confronti di una maggiore responsabilità.
Il festival, che ha ottenuto per il secondo anno il Patrocinio del Parlamento europeo, è partito da Bruxelles il 18 giugno realizzando 20 tappe in 20 città differenti.
Dopo Bruxelles, Genova, Corleone, Polistena, Casal di Principe e numerose altre tappe, Libero Cinema in Libera Terra torna a Parigi con la proiezione de «La nave dolce» di Daniele Vicari (10 ottobre, 20h30) alla presenza del regista, e di «El Impenetrable» di Daniele Incalcaterra.
Tutte le proiezioni avranno luogo agli Ateliers Varan.

Fondazione Unipolis è Partner istituzionale della Fondazione Cinemovel.

Sostengono il festival: BNL Gruppo BNP Paribas; Coop Adriatica, Regione Emilia Romagna – Assemblea Legislativa, Centro Europe Direct Emilia Romagna, Comune di Rimini, Gruppo Hera;

Per la Francia, in collaborazione con Ateliers Varan, Libera France, Flare France, Ethicando, Italia in rete. Media Partner: Focus-in

Informazioni
http://www.cinemovel.tv
Libera Francia: libera.paris@gmail.com o Silvia Caccia: 06 21 68 06 33
www.facebook.com/liberafrance

Ateliers Varan: 6, Impasse Mont-Louis. Paris. Métro ligne 2 : Philippe Auguste

PROGRAMMA


Giovedì 10 ottobre 2013, Ateliers Varan
19.00
Proiezione dei documentari della Fondazione Cinemovel nella corte degli Ateliers Varan
20.00
La nave dolce
Presentazione con Daniele Vicari, Regista del film, Elisabetta Antognoni, Presidente Cinemovel Foundation, Claude Guizard, Presidente Ateliers Varan, Fabrizio Grosoli, Cinemovel Foundation, Maria Chiara Prodi, Libera France
20.30
Proiezione del film «La nave dolce» di Daniele Vicari, 90 m.

Venerdì 11 ottobre 2013, Ateliers Varan
19.00
Proiezione dei documentari della Fondazione Cinemovel nella corte degli Ateliers Varan
20.00
El Impenetrable

Presentazione del film con Daniele Incalcaterra, Regista del film in collegamento skype, Elisabetta Antognoni, Presidente Cinemovel Foundation, Ludovic Michel, Direttore Théâtre Déchargheurs, Maria Chiara Prodi, Libera France
20.30
Proiezione del film «El Impenetrable» di Daniele Incalcaterra, Fausta Quattrini, 95 m.

Cinemovel prepara la sua tournée europea 2014:
scrivici per organizzare con noi una tappa dell’itinerario.

I FILM
La nave dolce di Daniele Vicari. 90’, VOST

L’8 agosto 1991 una nave albanese, carica di ventimila persone, giunge nel porto di Bari.
La nave si chiama Vlora. A chi la guarda avvicinarsi appare come un formicaio
brulicante, un groviglio indistinto di corpi aggrappati gli uni agli altri. Le operazioni diattracco sono difficili, qualcuno si butta in mare per raggiungere la terraferma a nuoto, molti urlano in coro "Italia, Italia" facendo il segno di vittoria con le dita.

El impenetrable par Daniele Incalcaterra. 95’, VOST
Un racconto in prima persona per una storia davvero straordinaria ed emblematica. Il regista, Daniele Incalcaterra, eredita un grande lotto di foresta "impenetrabile" nel Paraguay e decide di restituire la terra al suo popolo originario. Ma là deve scontrarsi con latifondisti, multinazionali e amministratori corrotti decisi a impedirgli di realizzare il suo sogno. Un documentario dal ritmo incalzante e pieno di sorprese, più appassionante di tante fiction. Presentato all’ultimo Festival di Venezia, opera di un autore da riscoprire, l’unico che "osò" raccontare l’ascesa di Berlusconi nel ’94 con "REPUBBLICA NOSTRA".

Leggete anche:

L’articolo di Chiara Zappalà su Focus in

L’intervista a Ettore Scola di Nicoletta del Pesco per Cinemovel TV

domenica 29 settembre 2013