FOCUS IN - Chi siamo
RICERCA
Une N° 23 Un N° 22 Une N° 21 Une N°20 Une N° 19 Une N° 18 Une N° 17 Une N° 16 Une N° 15 Une 14 Une N° 13 Une N° 12

Accueil > Comites 2015 > Lista Italiani Oggi (Nizza)

Comites Nizza

Lista Italiani Oggi (Nizza)

In dirittura di arrivo per la presentazione della lista i candidati di Italiani Oggi di Nizza

Punto principale del programma è di “andare oltre le frontiere : frontiere che sono non solo culturali, regionali, di quartiere, di lingua, di mentalità ma anche di genere, di età, stili di vita, valori, aspirazioni”.
Per fare questo si propongono di realizzare una mappatura della ‘popolazione italiana’ o ‘filoitaliana’ in regione PACA che sia una fotografia reale della presenza italiana, anche di chi non è iscritto all’aire o è a cavallo tra due culture. “Oggi è necessario cambiare prospettiva e parametri di valutazione. Valori, abitudini, stili di vita e punti di riferimento sono cambiati. Dobbiamo dunque analizzare in senso evolutivo i bisogni della popolazione di Italiani (ufficialmente residenti e non) nella nostra regione. Con un’attenzione speciale alle famiglie giovani con figli e ai senior”, dice Massimo Felici, candidato nella lista, “Vogliamo valorizzare, in maniera non generica e stereotipata, le eccellenze italiane in tutti i settori, non solo in relazione al ‘saper fare’, ma anche al ‘saper essere’ Italiani Oggi”.
Tra gli altri punti in programma, sfruttare al meglio l’opportunità EXPO 2015 per promuovere l’intensificazione degli scambi Italia-Francia, promuovere workshop e seminari e conferenze sui temi più disparati, sviluppare iniziative specificatamente destinate ai giovani, alle start up ma anche alle piccole e medie imprese - percorsi formativi, coaching, consulenza, anche attraverso fundraising e bandi su progetti regionali e nazionali. Poi garantire una presenza italiana incisiva ed innovativa in collaborazione con la Mairie de Nice e la Métropole ma anche con molti dei comuni vicini che con la loro varietà culturale contribuiscono al fascino di questa bellissima regione. “L’obiettivo è fare cultura e creare valore. Insieme. Daremo spazio al cibo, perché il cibo è cultura. Daremo spazio alla musica, elemento importantissimo nella storia e nella cultura italiana, e nella immagine dell’Italia nel mondo. Ma anche alle arti visive, al design e all’architettura, alla moda… Vogliamo valorizzare la presenza e la visibilità di talenti (persone, imprese, specifici distretti e culture) e di eccellenze italiane in più settori”.
In questo spirito si inserisce anche il convegno internazionale in cantiere “Qualità della Vita, Longevità e Sostenibilità e Care & Caregiving”.
Il programma, insomma è ambizioso, auguri agli Italiani oggi.

mercredi 18 février 2015