FOCUS IN - Chi siamo
RICERCA
Une N° 23 Un N° 22 Une N° 21 Une N°20 Une N° 19 Une N° 18 Une N° 17 Une N° 16 Une N° 15 Une 14 Une N° 13 Une N° 12

Home > Opinions > Parola mia > Mi raccomando, bevetevi tutto!

Mi raccomando, bevetevi tutto!

All’inizio mi ero detto che per questo primo numero di Focus In avrei dovuto anch’io sacrificarmi al tema doveroso della libertà d’espressione. Poi mi sono accorto che per questo biglietto d’umore, che si è sempre chiamato Parola Libera, le cose in fondo non cambiavano mica tanto: già sotto etichetta Acli mi ero permesso di dir male del Papa, cosa potrei fare di più? Dir male di Patrizia?
Allora, poiché di biglietto d’umore si tratta, parliamo del mio, di umore, e ve lo dico chiaro e tondo: sono di pessimo umore. Naturalmente, la colpa è della crisi.
Credevo che il mestiere meno serio del mondo fosse quello di metereologo, sapete, quei bravi tipi che si sbagliano in media una volta su due che aprono bocca, ma che restano sempre al loro posto e sono ascoltati come degli oracoli dalla maggioranza della popolazione, troppo assuefatta alla TV per metter la testa fuori dalla finestra e vederlo da sola, che tempo fa. Invece, la crisi ci ha dimostrato che c’è di peggio, ci sono gli esperti economici, che sono decine di migliaia, nei nostri paesi detti avanzati e che hanno tutti “bac + 8”, master e diplomi internazionali assortiti. Ebbé, ce ne fosse uno di ‘sti capoccioni che fosse stato capace di avvertirci a tempo che eravamo a qualche mese, o settimana, o giorno, dal crack mondiale!
Eppure, sono ancora tutti lì, alla televisione, a fare delle belle analisi e a predirci quando la Borsa ricomincerà a crescere. La Borsa, che un giorno perde 10 % e il giorno dopo riguadagna 8 % (o viceversa): ditemi voi se è una roba seria!
Allora, cari amici, voglio cominciare questa nuova epoca con un consiglio prezioso: se avete dei risparmi, delle economie, dei fondi, fate la sola cosa sensata da farsi di questi tempi: beveteveli tutti, ma in buon vino, invece di bervi le pataccate che ci vengono somministrate quotidianamente.
Alla salute!

lunedì 2 febbraio 2009, di Franco Lombardi