FOCUS IN - Chi siamo
RICERCA
Une N° 23 Un N° 22 Une N° 21 Une N°20 Une N° 19 Une N° 18 Une N° 17 Une N° 16 Une N° 15 Une 14 Une N° 13 Une N° 12

Home > Associazioni > Focus sulle Associazioni > Nata l’Associazione Italia in rete

Nata l’Associazione Italia in rete

In origine c’era il Forum delle associazioni italiane che si riuniva una volta all’anno a due passi dalla place d’Italie con una cinquantina di associazioni. All’epoca, nell’ormai lontano 2004, le associazioni "amiche" tra di loro si contavano sulla punta delle dita, le altre erano guardate non dico in cagnesco ma con una certa diffidenza. Col passare degli anni, le associazioni che continuano a venire da "turiste" diffidenti si contano sulla punta delle dita... di una mano sola. Grazie alle riunioni di preparazione, grazie ad aleatori giochi di prossimità, grazie soprattutto ai Jardins Numériques, catalizzatori di reti per vocazione, le associazioni del Forum sono diventate non solo quasi tutte "amiche", ma formano oggi una vera e propria rete, che mette in comune idee, progetti, competenze e contatti.
Quando i Jardins numériques hanno cominciato a filmare le associazioni al Forum del 2008, ognuna presentava se stessa, cosa ovvia, poiché le associazioni, in particolare se operavano in ambiti diversi, si conoscevano poco (è infatti per dar loro voce e visibilità che il Forum è stato concepito). Nelle interviste più recenti le associazioni presentano loro stesse ma anche i progetti comuni e le collaborazioni. E’ nato il portale (www.associazioni-italiane.org) con una serie di strumenti che facilitano la comunicazione di eventi (l’agenda o il l’RSS dai vari siti) ma anche la ricerca di partner per un progetto. A termine - a seconda dei mezzi a disposizione - saranno anche elencati i bandi per la richiesta di sovvenzioni ed informazioni utili per la rete franco-italiana.
La creazione dell’associazione “Italia in Rete” (nome completo Réseau associatif franco-italien) non è altro che il coronamento del lavoro svolto negli ultimi 9 anni, l’ufficializzazione di una situazione di fatto in cui autorità locali, istituzioni ed associazioni già ci consideravano "rete".
Un coronamento, sì, ma bando ai pisolini sugli allori! I cantieri in progetto sono parecchi e al contrario delle "grandi opere incompiute” del paese che tutti ci accomuna, intendiamo portarli a termine. Lo sviluppo di scambi con altre "reti", come quello già a buon punto con il Réseau Mémoire et Histoire, o quelli, ancora allo stato di desiderio, con la Facef (rete delle associazioni franco-spagnole) o la Rete Archimède di turismo sostenibile; il potenziamento dei mezzi di comunicazione della Rete, dalle trasmissioni radio (cappuccino, italoscopie, top italia) ad internet (Altritaliani, Italie à Paris, lo stesso portale); l’aggiornamento un po’ piu regolare del sito www.associazioni-italiane.org aggiungendo magari la figura di un "animatore" e delle formazioni ad hoc; l’organizzazione di un Forum come Dio comanda; un nuovo concetto di partecipazione corale (ancora tutto da inventare) alle diverse manifestazioni per le quali ci viene richiesta ormai regolarmente la nostra presenza; una serie di servizi specifici per le associazioni aderenti. Queste alcune delle idee venute fuori dalla riunioni preparatorie. E se il funzionamento dell’associazione e’ ancora perfettibile sarà di sicuro all’insegna della democrazia partecipartiva e della trasparenza. Ancora una novità nel mondo associativo?

Italia in Rete - Réseau associatif franco-italien
C/o Jardins Numériques
2, Rue Wilfrid Laurier
75014 Paris
Tel. 06 63 95 11 60
Sito: www.associazioni-italiane.org

Adesione: 30 euro per le associazioni, 10 euro per le persone singole.

mercoledì 22 maggio 2013, di Patrizia Molteni