FOCUS IN - Chi siamo
RICERCA
Une N° 23 Un N° 22 Une N° 21 Une N°20 Une N° 19 Une N° 18 Une N° 17 Une N° 16 Une N° 15 Une 14 Une N° 13 Une N° 12

Accueil > Actualités > Omaggio a Valeria Solesin

Omaggio a Valeria Solesin

1140 chilometri in bicicletta, da Venezia a Parigi per depositare "una rosa per Valeria" davanti al Bataclan, ormai chiuso da quel tragico 13 novembre.

Sono partiti da Venezia Trebaseleghe, con lo stendardo consegnato loro dal sindaco della Serenissima, 10 di loro, 9 uomini e una donna, in bici, gli altri in furgoncino, lo staff di supporto logistico e morale.
Tutti soci del Lions’ club di Camposampiero (Padova) dedicato al Service (cioè la causa) della violenza sulle donne. Valeria Solesin non solo era veneta ma si è battuta per la parità di genere e di religione. Tanto è vero che i suoi funerali non si sono tenuti in chiesa ma in piazza.
Prima di ritornare (stavolta in furgoncino) visiteranno il Senato, con cena compresa, il tutto grazie all’aiuto del Lions’ club parigino.
L’omaggio è capitato il giorno dopo l’attentato di Nizza in cui 84 persone fra donne, uomini e bambini hanno perso la vita. Anche se ancora non è chiaro il legame con il terrorismo islamico, il risultato è lo stesso : togliere la vita a decine di persone innocenti che sia un pazzo ideologico o un pazzo tout court, è aberrante. E’ sempre estremamente importante non dimenticare.

Foto di Cristina Morello

vendredi 15 juillet 2016, par Patrizia Molteni