FOCUS IN - Chi siamo
RICERCA
Une N° 23 Un N° 22 Une N° 21 Une N°20 Une N° 19 Une N° 18 Une N° 17 Une N° 16 Une N° 15 Une 14 Une N° 13 Une N° 12

Home > Cultura > Arte > Parigi-Milano: diplomazia artistica

Parigi-Milano: diplomazia artistica

Orenda Art international rende omaggio alla Galleria Cortina

Giorgio De Chirico , olio su tavola , 1920 , “Grande metafisico”, foto di Riccardo MolinoFino all’11 febbraio la Galerie Orenda ospita la mostra “50 e oltre. Storia di una galleria d’arte. La Galleria Cortina 1962-2013”, dedicata all’attività di una delle gallerie italiane più dinamiche. Fondata nel 1962 da Renzo Cortina come galleria, centro culturale, libreria e casa editrice, la Cortina, dal 1987 gestita dal figlio Stefano, vanta 670 mostre e un centinaio di esposizioni fuori sede. La sua storia si intreccia con quella della Galerie Orenda. Creata da Nicolas e Joëlle Rostkowski nel 2008, è erede della Galerie XXe Siècle che il loro patrigno, l’editore e storico d’arte nonché grande amico di Renzo Cortina, Gualtieri di San Lazzaro, aveva fondato a Parigi cinquant’anni prima. Quest’omaggio intende proporre al pubblico parigino una selezione della mostra organizzata nel maggio 2013 a Cascina Roma di San Donato Milanese, con 25 opere di artisti italiani quali Dadamaino, Papa, Depero, Lanfranco, Cazzaniga, Mulas, Minguzzi, Crippa, De Chirico, Carmi, Fontana, Tornquist, Morandini, Apollonio, Dova. Per ripercorrere le tappe di una stretta collaborazione artistica tra Milano e Parigi, ne parliamo con i due galleristi.

Nicolas Rostkowski, com’è nata la Galerie Orenda?
Dopo una carriera come banchiere ho realizzato il mio sogno, ho ripreso in mano l’eredità della Galerie XXe Siècle e ho continuato un grande rapporto di collaborazione con l’arte italiana. La Galerie Orenda ha ripreso lo stesso schema di funzionamento e ha l’intento di esporre delle “stelle venute da altrove” al pubblico parigino. In particolare grazie ad un’intensa collaborazione con la Galleria Cortina, promuoviamo artisti italiani a Parigi e artisti francesi a Milano.
Perché questa collaborazione con l’Italia?
Fin dall’adolescenza ho vissuto tra Parigi, Milano e Albisola, dove ho avuto occasione di conoscere molti artisti italiani amici e colleghi di mia madre, la scultrice Maria Papa.

Perché un omaggio alla Galleria Cortina?
Sono rare le gallerie in Italia così attive e con una storia così intensa e volevamo valorizzare questi 50 anni di attività. Il nostro obiettivo è di sensibilizzare il pubblico parigino agli artisti italiani affermati ed emergenti.
Stefano Cortina, come si caratterizza la collaborazione con la Galerie Orenda?
È una collaborazione di affinità elettive e di amicizia, oltre che generazionale, perché condividiamo delle esperienze di vita simili. Io, figlio del gallerista Renzo Cortina; Nicolas, figlio della scultrice Maria Papa, grazie anche a Gualtieri di San Lazzaro, è cresciuto nel mondo dell’arte, come me.

Come avete selezionato le opere?
Nata su richiesta di Nicolas, la mostra è la figlia minore di quella di San Donato Milanese, in cui sono presenti autori legati a mio padre e a me. Questo comporta una divisione ben precisa e la scelta delle opere è stata dettata dalla passione e dall’attualità.

Italia-Francia, come funziona il mercato dell’arte?
Purtroppo il mercato italiano ha il limite di essere troppo legato alle mode e si lavora solo con 10-15 nomi. In Francia non è così, Parigi rimane la capitale culturale d’Europa, per queste ragioni collaboro con la Francia. Nell’ambito della nostra collaborazione con la Galerie Orenda organizziamo 3 mostre l’anno: nel 2013 Giovanni Cerri, Maurice Henry, “50 e oltre”.

50 anni di collaborazioni, cambi di generazione e soprattutto amore per l’arte, da Parigi a Milano, quest’omaggio che la Galerie Orenda porge alla Galleria Cortina è sicuramente una bella dimostrazione di diplomazia culturale.

Per saperne di più:
Associazione Culturale Renzo Cortina, Via Mac Mahon 14/7, Milano,
Tel: 00390233607236,
sito: www.cortinaarte.it

Galerie Orenda
54 Rue de Verneuil , 75007 Paris Tel. 01 49 26 90 09
sito: www.orenda-art.com

venerdì 6 dicembre 2013, di Camilla Pagani