FOCUS IN - Chi siamo
RICERCA
Une N° 23 Un N° 22 Une N° 21 Une N°20 Une N° 19 Une N° 18 Une N° 17 Une N° 16 Une N° 15 Une 14 Une N° 13 Une N° 12

Home > Opinions > Editoriali > Ti prego Bersani, fai qualcosa!!

Ti prego Bersani, fai qualcosa!!

Aspettavo, prima di scrivere l’editoriale, di avere non dico delle certezze sul futuro governo dell’Italia ma almeno qualche pista, un barlume di comprensione su quello che sta succedendo.
Il prossimo numero sarà dedicato alla piazza e alla democrazia, con una forte propensione ad interpretare il fenomeno Grillo in positivo (Franco Lombardi) o con un po’ di preoccupazione (la scrivente). Cominciato subito dopo i risultati delle elezioni del 25 febbraio, ci sembra rispettivamente ancora di attualità. Io continuo a pensare che i grillini abbiano avuto ragione di scuotere il sistema di governo che per 20 anni (40?) ha rovinato il Belpaese ma che si stanno comportando da bambini con una filosofia del "tutto o niente" che non va da nessuna parte; Lombardi continua ad imprecare sulle scelte di Bersani.
Devo dire che già la commissione dei 10 saggi mi aveva convinto poco (anche peché tra le loro proposte c’è anche quella inaudita di abolire la Circoscrizione Estero) e mentre seguo il voto in diretta per il Presidente della Repubblica cerco di capire se il leader democratico ci è o ci fa.
Aveva iniziato quasi bene con la nomina di Piero Grasso e Laura Boldrini alla presidenza di Camera e Senato (ci aveva provato a proporre Franceschini e Finocchiaro ma è durata poco, per fortuna). Interpretava la voglia di cambiamento che i cittadini italiani avevano espresso.
Poi la proposta di Franco Marini (che arriva comunque dopo quella di D’Alema, ancora?!?!) per la Presidenza della Repubblica. Non tanto per Franco Marini che può avere anche delle qualità tra cui anche quella di essere un buon presidente della Repubblica, che ha un percorso di presidente del Senato e di impegno per la difesa dei lavoratori, ma perché mostra chiaramente che Bersani ha fatto una scelta condivisa con il PDL, mentre SEL e grillini hanno votato compatti Stefano Rodotà.
80enne ma più giovane di un qualsiasi "giovane turco" o grillino, impegnato nella difesa dei beni comuni, costituzionalista, Rodotà è la persona giusta, se non fosse che conoscendolo, è preoccupante per la sua salute vederlo in mezzo a tutto questo schifo. Tra l’altro avere un presidente della Repubblica che ha scritto per Focus in è una soddisfazione notevole!!
Si ricomincia ad esplorare anche la soluzione di Romano Prodi, europeista convinto che ha il vantaggio di smarcare definitivamente il Partito Democratico dagli inciuci con la Banda Berlusconi. E’ anche nella rosa dei 10 candidati proposti dalla rete nelle Quirinarie di Beppe Grillo. Non è perché abbiamo una Prodi in redazione ma anche questa è una soluzione che mi sembra ottima.
Ti prego Bersani fai una di queste 2 cose ... !

giovedì 18 aprile 2013, di Patrizia Molteni