FOCUS IN - Chi siamo
RICERCA
Une N° 23 Un N° 22 Une N° 21 Une N°20 Une N° 19 Une N° 18 Une N° 17 Une N° 16 Une N° 15 Une 14 Une N° 13 Une N° 12

Accueil > Cultura > Letteratura > “Vittime di mafia”

“Vittime di mafia”

il libro-documento sugli eroi "loro malgrado"

Per la prima volta, grazie a questo libro, la mafia non è protagonista... Veri protagonisti sono : dignità, coraggio, umiltà e la speranza di chi, pur avendo "subito" crede nella giustizia...

Libro " è una parola che racchiude un unico significato ma con un’infinità di sfumature che alla fine ne delineano la personalità. E Vittime di mafia ne ha tanto di carattere, lo si percepisce fin dalla prefazione, scritta da Antonio Evangelista e nella quale si percepisce la soddisfazione per l’aver letto finalmente nelle pagine di questo "documento" la “storia vera”, di uomini, donne e purtroppo anche bambini "divenuti loro malgrado eroi e nel modo più tremendo". È un libro che dà voce a chi ha subito la tragedia del dolore nell’aver perso chi un padre, chi un fratello, chi un figlio a causa della mafia e che nonostante tutto è stato e continua ad essere esempio di grande dignità e coraggio, sono le parole di Sonia Messina, agrigentina attenta e sensibile testimone di quello che accade in quella terra che sembra lontana ma che è di noi tutti, anche di chi di mafia non conosce nulla. E’ fiera di conoscere gli autori del libro e aggiunge : “Mi pregio dell’amicizia che mi lega soprattutto ad uno dei due autori del libro, Gian Joseph Morici del quale conosco la serietà, la conoscenza, la preparazione ed il coraggio nell’affrontare un argomento tanto delicato e per certi versi a volte, spesso, celato dagli organi di stampa competenti, qualità che ho avuto modo di apprezzare e riconoscere in Fabio Fabiano, uomo di Stato, che da anni combatte in prima linea con la sua divisa e con la penna”.
Viene la pelle d’oca a leggere fin dalle prime battute di Antonio Evangelista, Dirigente della Digos di Asti, che più che un libro, Vittime di mafia vuole e deve essere “un testamento rivolto soprattutto alle generazioni future, i cui lasciti principali sono una dignità, un coraggio e un’onestà che ti fa venire la pelle d’oca e gli occhi lucidi, che fa salire un groppo alla gola, mentre i pensieri e le parole si affollano nella mente. Allora apri le finestre e gridi nel buio della notte, quando le urgenze materiali si placano e l’orecchio della coscienza é in ascolto : sono incazzato nero e tutto questo non lo voglio vedere più”.
Un libro, questo, che racchiude con le sue testimonianze l’atrocità del delitto, il sangue innocente e il dolore indelebile di chi, oggi, con dignità, coraggio e umiltà porta con sé.
Eccoli i nostri eroi "loro malgrado", ecco chi, davvero ha motivo e esclusività di parola ! "Vittime di mafia"...
Un libro, un documento scritto sopratutto per i giovani, per le nuove generazioni, per chi domani sarà l’adulto che dovrà intraprendere il proprio cammino e fare le proprie scelte. Quindi un immediato messaggio : non dimenticare, sensibilizzare. Testimoniare dolore e atrocità, evidenziare quando la mafia è cosa gestita da gente vigliacca e meschina e miserabile, chi può togliere la vita ad innocenti usando killer spietati, se non vigliacchi che usano l’intimidazione per governare il malaffare.
Questi sono stati i messaggi che gli autori hanno espresso, ad un pubblico di numerosi studenti, invitati alla presentazione di "Vittime di mafia" alla Biblioteca Comunale Paolo Borsellino di Cianciana (AG). I mafiosi non sono gli “eroi” che spesso i media ci fanno apparire, non sono le persone dipinte da autori di cinema e televisione, esseri forti e da esempio. Tutt’altro, chi gestisce il potere malavitoso, crea miseria attorno a sé, ed anche la vita della sua famiglia è misera, improponibile. Nascondersi, fuggire continuamente, stare in tane nascoste e lontani da confort e ogni genere di relazione. Questa è la loro vita.
Questo non è solo un documento, ma bensì il mezzo per educare alla legalità, sminuendo i falsi eroi, denigrandone il mito costruito negli anni dai media e dell’informazione bon ton.
Il libro Vittime di mafia va letto nelle scuole con insegnanti che spieghino loro i passi più difficili da comprendere, per una giovane mente non ancora inquinata dalle false ideologie.
Il libro emoziona, senza alcun dubbio, perché racconta una verità assoluta, la verità di chi è stato investito dal ciclone della morte ingiusta e feroce di un proprio caro.
Il libro è un documento, in quanto racchiude in sé inediti documenti dell’intelligence americana, e fanno storia, ne fanno un tracciato ben preciso e comprensibile di fatti e misfatti tra Stato italiano e America e servizi segreti internazionali, invischiati con la mafia.
Vittime di Mafia è stato presentato il 30 dicembre ad Agrigento in presenza del Vicequestore di Agrigento, Peritore, scrittori e personaggi dello spettacolo come Nino Bellomo e Giovanni Moscato. Totò Nocera ha cantato alcune delle sue magnifiche e “rabbiose ballate” dedicate all’epopea antimafia ed il 9 gennaio 2015 a Cianciana. Nel corso delle presentazioni sono intervenuti familiari delle vittime come Angela Ogliasto, Michele Ciminnisi, Nico Miraglia, Leonarda Gebbia…..
Del libro si è parlato anche il 30 gennaio 2015, in occasione del convegno “Vittime di Mafia da non dimenticare”, tenutosi presso la sede dell’Ente Parco Archeologico Valle dei Templi, alla presenza del Cardinale Francesco Montenegro, già presidente della Caritas italiana, della Conferenza episcopale italiana per le migrazioni, e impegnato nella promozione della cultura antimafia.

*Direttore responsabile della Biblioteca Comunale Paolo Borsellino di Cianciana

Gli autori :

Gian Joseph Morici,

nato negli Stati Uniti e cresciuto ad Agrigento è esperto in tematiche ambientali ed autore di numerosi articoli sui temi della mafia, del terrorismo e dell’intelligence pubblicati sulla stampa italiana ed estera. Ha fondato il giornale on-line lavalle dei templi.net.

Fabio Fabiano,

dottore in Scienze Politiche, dal 2010 è assegnato alla sezione Catturandi della squadra mobile di Agrigento. Affianca all’impegno nella Polizia di Stato l’attività di scrittore di romanzi gialli (“I casi dell’Ispettore di Falco”) ed è autore di documentari televisivi.

Vittime di mafia, Monetti Ragusa Editori, si trova nelle librerie online o direttamente alla MReditori all’indirizzo
mail : commerciale@mreditori it

vendredi 6 mars 2015, par Mario Ottavio Caramazza